ALBANIA MERIDIONALE TRA STORIA, NATURA E SAPORI. DAL 21 AL 27 LUGLIO 2014

Agosto 12, 2019 || 416 views

ON MONDAY, 14 JULY 2014. POSTED IN ITALIAN

PROPOSTE DI VIAGGIO NEI BALCANI

Albania meridionale tra storia, natura e sapori. Dal 21 al 27 luglio 2014
Sette giorni alla scoperta dell’Albania meridionale, unendo natura incontaminata e gioielli storico-culturali. Si partirà da Tirana in direzione Sud sino al confine con la Grecia, abbracciando le coste adriatica e ionica, parchi naturali, e due città tra le più belle di tutti i Balcani: Girocastro e Berat, entrambe custodi degli antichi lasciti ottomani nella regione. 

Numerose saranno anche le occasioni di incontro e scambio con le comunità locali e alcune associazioni impegnate in progetti di valorizzazione territoriale e turismo sostenibile. In particolare incontreremo membri dell’ONG italiana CESVI (Cooperazione e Sviluppo) che da anni opera nel distretto del Permet. In collaborazione con partner istituzionali e locali ha sostenuto la nascita del Consorzio Pro Permet, un’associazione volontaria costituitasi tra i principali attori del turismo e della ricezione, di produttori agricoli, volontari e artigiani uniti l’obiettivo di promuovere e proteggere il territorio,migliorando il mercato turistico tramite la promozione dei prodotti tipici, agroturistici e artigianali. Nel 2012 anche grazie al Consorzio è stato fondato il primo Convivium Slow Food dell’Albania meridionale. Primo giorno: lunedì 21 luglioPartenze libere dall’Italia, ritrovo presso l’aeroporto di Tirana con il nostro mediatore culturale e trasferimento nel B&B dove alloggerà il gruppo. Visita guidata della città con la vecchia moschea, il ponte di pietra di Tabak e il quartiere di Bllok, in passato residenza dei funzionari di partito ed oggi trasformato in vivace polo artistico-culturale. Cena in ristorante tradizionale. Pernottamento in B&B a gestione familiare. Secondo giorno: martedì 22 luglioColazione in hotel. Partenza per Berat, patrimonio Unesco, chiamata “la città delle mille finestre”, e dominata dal castello già di epoca illirica e in seguito ricostruito dagli Ottomani. Pranzo in ristorante tradizionale. Nel pomeriggio partenza per l’antica città di Apollonia, per secoli snodo principale tra i territori orientali e occidentali dell’Impero romano. Dopo aver visitato il sito, ci sposteremo a Orikum. Sistemazione in B&B e cena presso ristorante tradizionale con menù a base di pesce fresco. Terzo giorno: mercoledì 23 luglioColazione in B&B. Lasciataci alle spalle la costa adriatica, attraverseremo il passo Llogora per godere della spettacolare vista dai monti che precipitano a picco nelle acque iridescenti del mar Ionio. Seguendo la costa ionica attraverso spiagge bianche e villaggi di pescatori, con pranzo nel pittoresca cittadina di Ksamil dove sarà possibile immergersi per un bagno. Nel pomeriggio raggiungeremo infine l’antica città di Butrint, patrimonio Unesco. Situata sullo stretto di Corfù e circondata da un’ampia laguna, è uno dei siti archeologici meglio conservati del bacino adriatico. Da qui ci sposteremo a Saranda, per la cena in ristorante tradizionale e pernottamento in B&B.  Quarto giorno: giovedì 24 luglioColazione in B&B. Visita alla vicina Argirocastro, la “città delle pietre”. Un altro patrimonio Unesco reso unica dalle sue strade acciottolate, le case di pietra e il castello in cima al colle da cui è possibile ammirare le montagne circostanti. Oltre alla visita guidata del centro storico, incontreremo anche alcuni membri dell’associazione Gjirokastra Foundation, attiva in progetti di tutela del patrimonio architettonico della città e di valorizzazione degli antichi mestieri del bazaar (fabbri, artigiani, intagliatori di legno), oggi a rischio estinzione. Pranzo in un piccolo ristorante a conduzione familiare. Nel pomeriggio spostamento a Permet, capoluogo del distretto omonimo, conosciuta anche con il nome di “città delle rose”. Sistemazione in hotel cittadino e cena presso ristorante tradizionale. Quinto giorno: venerdì 25 luglioGiornata dedicata alla vistia della città e all’incontro con i membri dell’ONG CESVI e del Consorzio “Pro Permet”, che ci guideranno alla scoperta dei progetti di turismo di comunità e sviluppo locale in cui sono impegnati da anni. Visiteremo anche il villaggio di Benje per assaggiare alcuni prodotti valorizzati dal Convivium Slow